Un semplice brevetto risolve un “mistero casalingo”.

Ogni problema ha la sua soluzione. Questo è quanto deve aver pensato un’ingegnosa signora abruzzese che ha inventato e brevettato un sistema per risolvere il dilemma dei calzini spaiati.

A chi non è mai successo di raccogliere dal cestello della lavatrice due calzini chiaramente spaiati, e non riuscire più a trovare i loro compagni?

Il brevetto messo a punto da questa signora consiste in un raccoglitore con molte tasche isolate le une dalle altre, ciascuna destinata ad accogliere una coppia di calzini. Quando tutte le tasche sono piene, il contenitore viene messo in lavatrice e poi appeso per asciugare i calzini lavati.

Sono stati ideati opportuni accorgimenti per evitare che i calzini in fase di lavaggio facciano la classica “pallottola” dentro la loro tasca, rendendo difficoltoso sia il lavaggio che la successiva asciugatura.

I diversi test effettuati con la supervisione del Centro Sviluppo Brevetti,  dimostrano che la soluzione funziona e sarà prossimamente sul mercato.

Magari non diventerà l’invenzione del secolo, ma per capire quanto il problema sia sentito, basti ricordare che da quattro anni il primo venerdì di febbraio (ma quest’anno era il secondo) è dedicato alla Giornata Mondiale dei Calzini Spaiati.

Sono inoltre stati scritti molti articoli di colore sull’argomento, ed anche una canzone di successo.

Buon ascolto! (Vinicio Capossela: Il paradiso dei calzini)

 

 

Condividi con ...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *